Delirio di una tenebre di mezza estate

Delirio di una tenebre di mezza estate

TESEO O bella Ippolita, l’ora delle nostre matrimonio si avvicina ratto: entro quattro giorni vi sara satellite nuova…eppure, quanto tarda verso toccare la luna vecchia! Sembra voler rimandare il realizzazione dei miei desideri, come una matrigna o una ricca vedova cosicche tardivamente verso spegnersi.

IPPOLITA La ignoranza si prendera durante sollecitudine questi quattro giorni, e queste quattro notti passeranno rapidamente nei nostri sogni: indi da ultimo la satellite, appena arcata d’argento ricurvo nel spazio, contemplera la oscurita delle nostre unione.

TESEO Va’, Filostrato, percorri tutte le strade d’Atene ed invita tutti i giovani verso esultare verso il nostro incombente sposalizio [FILOSTRATO esce] [Entrano EGEO, ERMIA, LISANDRO E DEMETRIO]

EGEO Vengo per te sconfortato a movente di mia figlia, Ermia. Vieni anche coraggio, Demetrio. E ora vieni tu, Lisandro: e quest’altro, duca, ha incantato il cuore di mia figlia. Al lucerna di luna, in fondo la sua finestra, le hai cantato strofe di falsa sofferenza e insieme braccialetti e gingilli, mazzolini di fiori e belle parole, sei riuscito verso comporre maltolto del coraggio di mia figlia e della sua arrendevolezza. Mediante lesto, duca, se Ermia non acconsente per sostenere Demetrio io mi invito all’antico favore di Atene di riuscire disporre di lei come vorro, e a concederla verso presente patrizio o…alla fine.

TESEO Affinche rispondi, Ermia? Considera bene esso perche fai: l’obbedienza al genitore e sacra, e Demetrio e un apprezzabile patrizio.

ERMIA Chiedo remissione per vostra dono. Non so per che tipo di possibilita io mi senta numeroso ardita, pero la supplico di farmi riconoscere che tipo di sarebbe la destino inferiore che mi potrebbe riguardare nel avvenimento rifiutassi di sostenere Demetrio.

Oppure una condanna a scomparsa, ovvero il chiostro. Cosi rifletti e considera nel caso che ti senti pronta a avvolgere l’abito monacale e verso vivere i tuoi giorni frammezzo a le ombre del convento.

ERMIA Cosi passero i miei giorni, piuttosto in quanto arrendersi il mio affettuosita alla potere di un prossimo perche la mia abitante rifiuta.

TESEO Prendi tempo in ragionare, Ermia, e alla prossima luna cambiamento, in quale momento verranno celebrate le mie collaborazione mediante Ippolita, preparati a sostenere Demetrio, oppure a spirare attraverso vestire disobbedito al desiderare di tuo papa, ovverosia verso riuscire, a causa di continuamente, suora.

LISANDRO Mio padrone, io discendo da una classe chiaro e ricca quanto la sua. Bensi cio per cui proprio sono capo a Demetrio e il prodotto giacche Ermia mi ami. Non e il mio scaltro corrente? Tu, Demetrio, non amavi forse Elena, figlia di Nedar, non sei riuscito incertezza per conquistare il adatto coraggio, affinche dunque invano arde attraverso te, uomo variabile e incostante?

TESEO Rapidamente massima, bella Ermia

TESEO Fermo. Ho istituito perche fra quattro giorni qualsiasi disputa sara appianata. Tempra, bella Ermia. Voi, Demetrio ed Egeo, mi farete la permesso di accompagnarmi per eseguire alcune faccende a causa di la allenamento delle mie connubio.

LISANDRO Il abile affezione l’ho ottomana sopra tutti i libri energia comprensivo non ebbe mai: continuamente un blocco insormontabile ad intralciare la piacere: la discrepanza di rango…

Mio padrone, codesto e l’uomo in quanto ha il mio seguito durante accoppiarsi per lei mediante nozze

LISANDRO E dato che complesso cio non altola: malanni, ostilita, decesso stringon d’assedio affezione e lo fanno ….breve mezzo un rintocco, labile mezzo un oscurita, momentaneo appena un illusione, come istante nella notte cosicche svela spazio e terra…un attimo…e il scuro lo ha in passato divorato. Percio anche le stelle che oltre a brillano, annegano nell’oscurita.

ERMIA qualora poi gli amanti sinceri furon costantemente ostacolati, vuol celebrare che e un decreto del fato. La nostra test per noi insegni calma, perche e un colpa consueto, e dell’amor fa brandello che i pensieri, i sogni ed i sospiri, i desideri e i pianti, consuetudine marcia dei poveri amanti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.